Federica Pellegrini è d’argento nei 200 sl

Federica Pellegrini è d’argento nei 200 sl

Federica Pellegrini non tradisce. La Divina, autentica fuoriclasse, ha conquistato la medaglia d’argento nei 200 stile libero nella quarta giornata degli Europei in vasca corta a Glasgow. La campionessa azzurra dell’Aniene ha nuotato in 1’52”88 (26”44 ai 50, prima, e 55”46 ai 100, seconda), undici centesimi in più della britannica Freya Anderson, al bis dopo il successo nei 100. Anderson è sbucata nell’ultima vasca, mentre Federica era intenta nella rimonta. Per la Pellegrini si tratta dalla sedicesima medaglia in vasca corta, la cinquantaduesima complessiva e, nella storia di questi Europei, è la medaglia numero 201 dell’Italia. Quella numero 200 se l’è messa al collo qualche minuto prima Arianna Castiglioni, seconda alle spalle di Martina Carraro nella finale dei 100 rana.

«Non mi ero accorta della britannica – ha detto la campionessa di Spinea – Ma va comunque bene così, considerando che alla vigilia non sono stata molto bene di stomaco: non vuole essere una scusa. La gara non è stata nuotata su tempi eccezionali. Sono contenta, considerando la fase della stagione e poi un argento è sempre una medaglia importante». In batteria Federica ha nuotato in 1’55”22, terzo tempo.

Nella finale dei 200 sl c’era anche Margherita Panziera. La ragazza di Montebelluna, entrata con l’ottavo tempo (1’55”89) ha chiuso in 1’55”49, nuovo primato personale in una gara che non è certo la sua.

Bravissima è stata Silvia Scalia, quarta con il record italiano nei 50 dorso. La 24enne di Lecco ha toccato in 26”22, cancellando il 26”’60 che aveva realizzato in semifinale e che aveva limato di un centesimo il 26”61 stabilito a Londra pochi giorni fa. Oro all’olandese Kira Toussaint in 25”84.

Quinto posto per la staffetta 4×50 stile libero mixed. Federico Bocchia (21”50) e Alessandro Miressi (20”93) hanno nuotato con le ragazze Aniene, Silvia Di Pietro (23”78) e Federica Pellegrini (24”16), concludendo in 1’30”37. Oro alla Russia in 1’28”31, record europeo.

Elena Di Liddo si è qualificata per la finale dei 100 farfalla: con 56”63 vanta il miglior tempo (56”46 in batteria). Niente finale, invece, per Piero Codia nei 50 farfalla. Il 30enne giuliano, con 22”82, ha chiuso con il nono tempo. In batteria, Codia aveva ottenuto il tredicesimo crono insieme a Thomas Ceccon, entrambi a 23”01. Eliminato Matteo Rivolta, diciannovesimo con 23”14.

Photo by: deepbluemedia/Giorgio Scala

Postato il: 07 Dic 2019

* indica un campo obbligatorio

Aquaniene

Viale della Moschea, 130
00197 – Roma

Tel.    06 808 40 59
       06 80784 76

Fax    06 807 80 98

E-mail    [email protected]