L’Aniene domina i Campionati Assoluti Primaverili

L’Aniene domina i Campionati Assoluti Primaverili

Il Circolo Canottieri Aniene si conferma ai vertici del nuoto italiano, grazie alle 32 medaglie conquistate – tra gare individuali e staffette – agli ultimi Campionati Assoluti Primaverili svoltisi a Riccione dall’8 al 14 aprile. Un successo reso ancor più evidente dalle classifiche di società, che vedono l’Aniene stravincere nei confronti sia delle società civili che militari.

Simona Quadarella conquista tre titoli nazionali assoluti, ottenendo anche il pass per gli Europei di Glasgow (in programma dal 3 al 9 agosto 2018), nei 400 (4’06”78), negli 800 (8’25”82) e nei 1500 stile libero con il crono di 15’57”66 (prima prestazione mondiale stagionale). Federica Pellegrini ottiene, invece, il titolo nazionale assoluto e il pass per gli Europei nei 100 stile libero, con 54”42 e nei 100 dorso con il crono di 1’00”03. Medaglie d’oro e rispettivi pass per gli Europei di Glasgow anche per Lucrezia Raco nei 50 stile libero (25”33), Silvia Scalia nei 50 dorso (28”30), Elena Di Liddo nei 50 farfalla (26”48), Alessio Occhipinti nei 5000 mt indoor di fondo (52’00”43) e Margherita Panziera nei 200 dorso (2’08”99); Margherita ottiene, inoltre, il record nazionale assoluto nella frazione dorso della staffetta 4×100 mista, con il crono di 59”96 (prima  atleta in Italia a scendere sotto il minuto nei 100 dorso).

Sul secondo gradino del podio salgono Piero Codia nei 100 farfalla (51”90, crono valido come pass per gli Europei di Glasgow) e nei 50 farfalla (23”73), Erika Ferraioli nei 100 stile libero (55”33) e nei 50 stile libero (25”40), Elena Di Liddo nei 100 farfalla (57”75, tempo valido come pass per gli Europei di Glasgow), Filippo Berlincioni nei 200 farfalla (1’57”82), Margherita Panziera nei 100 dorso (1’00”54), Luca Mencarini nei 200 dorso (1’58”04), Edoardo Giorgetti nei 200 rana (2’11”41) e Veronica Santoni nei 5000 mt indoor di fondo (56’42”33).

Per quanto riguarda le staffette, l’Aniene conquista due medaglie d’argento in campo femminile nella 4×100 stile libero (3’43”37), con Elena Di Liddo (56”75), Federica Pellegrini (53”56), Giulia Spaziani (55”84) e Sofia Iurasek (57”22), e nella 4×100 mista (4’05”68), con Silvia Scalia (frazione dorso con 1’01”32), Marta Verzi (frazione rana con 1’11”90), Elena Di Liddo (frazione farfalla con 57”81) e Federica Pellegrini (frazione sl con 54”65).

Medaglie di bronzo, infine, per Margherita Panziera nei 50 dorso (28”50) e nei 200 stile libero (2’00”21), Christopher Ciccarese nei 100 dorso (54”40) e nei 200 dorso (1’58”64), Ilaria Scarcella nei 100 rana (1’08”48), Daniele D’Angelo nei 50 farfalla (23”80), Elena Gemo nei 50 farfalla (26”90), Flavio Bizzarri nei 200 rana (2’11”91) e Silvia Scalia nei 100 dorso (1’00”78). Per quanto riguarda le staffette, a conquistare il gradino più basso del podio è la 4×200 stile libero maschile (7’18”35), composta da Alex Di Giorgio (1’50”12), Damiano Lestingi (1’49”31), Valerio Oriente (1’49”50) e Valerio Coggi (1’49”42).

Foto: www.deepbluemedia.photoshelter.com

Postato il: 14 Apr 2018